Gabriele Giorgi, dal 2012 in arte Gabriel de Gaudi, è nato in provincia di Pesaro-Urbino a
Montegaudio, paese che ha ispirato il suo nome da artista. Dopo gli studi universitari, nel 1988 si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Urbino – Sezione Pittura.
Ha iniziato la sua attività artistica con i cicli di mostre dal titolo Borderline, allestiti a
Monteciccardo (Pesaro-Urbino) a cura del critico Andrea del Guercio, docente di storia
dell’arte presso l’Accademia di Brera a Milano. A partire dagli anni ’80, ha esposto in molte città italiane fra cui Firenze, Bologna, Reggio Emilia, Milano, Roma e Bergamo. Ma le sue opere hanno valicato anche i confini nazionali: in Germania a Würzburg, Monaco,
Dusseldorf, Mainz, Mannheim, Colonia; in Croazia, anche con l’istallazione di sculture
stabili, nella città di Karlovac e in Turchia ad Ankara.
Presso l’Hotel Blu Arena di Pesaro sono attualmente presenti sue istallazioni stabili
realizzate a partire dal video Parco di Mezzo.
Gabriel de Gaudi colloca saldamente le proprie opere in una posizione d’avanguardia, lavorando praticamente con ogni mezzo visivo: dalla fotografia ai video, dalla pittura alla scultura, dal disegno alla stampa, all’installazione finanche alla poesia, che per l’artista rappresenta il punto di partenza creativo. La scrittura di brevi e vivaci poesie, che con il loro pensiero introspettivo suggeriscono metodi di lettura dello stesso lavoro visivo, rappresenta di fatti un segno distintivo della sua arte.