Massimiliano Nicodemo è nato a Napoli nel 1963. Laureato in giurisprudenza, è stato cultore di storia delle dottrine politiche all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa.
Esercita da vent’anni la professione di avvocato tributarista e d’impresa, attualmente attraverso un’articolata struttura, da lui stesso fondata nel 1999, con sede principale a Milano. Ha costituito e dirige dal 2001 anche il Centro Studi Giuridici.
Autore di numerose monografie e di trattati di diritto societario pubblicati dalle più note case editrici del settore (Il sole 24 ore, UTET Giuridica, ETI), è anche collaboratore di diverse testate specialistiche.
Bibliofilo, è appassionato studioso di storia, filosofia e letteratura classica.
Sin dall’adolescenza compone versi, sperimentando mix lessicali e destrutturando i ritmi metrici più tradizionali. Hanno scritto che la sua poetica si dichiara sin dalla prima parola. Ferma, asciutta, concreta. Ma alla dimensione materiale corrisponde sempre una sottile simbologia.
In Italia ha ottenuto diversi riconoscimenti (premio Giacomo Leopardi, Accademia d’Europa Grand Prix Mediterranèe, premio città di Napoli fondazione Cioffi, premio letterario internazionale Città di Castello).
Ha pubblicato le sillogi Intermittenze (2011), Misticanza (2012) ed Arabeschi (2013).
Molte sue opere sono state inserite in antologie poetiche.