Guidi (1)

Giuliano Tiburtino

Di Giuliano Tiburtino, valente compositore e suonatore di violone d’arco da tasto, ci sono pervenute soltanto due raccolte: Fantesie et Recerchari a tre voci e Musica diversa a tre voci entrambe pubblicate nel 1549 più il madrigale a quattro voci Madonna s’io potesse in una silloge del 1537.

Nel XVI secolo i ricercari, indipendentemente dalla loro destinazione per uno o più strumenti, sono per la maggior parte politematici. I tredici ricercari a tre voci del Tiburtino sono invece tutti ad un unico tema e costituiscono il gruppo più numeroso e forse il primo esempio del genere in ordine di tempo. L’opera strumentale del Tiburtino a noi pervenuta si limita a queste tredici composizioni, ma va considerata per il contributo apportato allo sviluppo del ricercare monotematico e a tutte quel?le forme strumentali a carattere imitativo che troveranno la loro fulgida fioritura a partire dal secolo successivo.

Nei motetti la tecnica imitativa non viene impiegata in modo rigoroso, ma l’autore vi manifesta, seppur in misura attenuata, quell’esigenza così preponderante nei ricercari di variare il ritmo al tema già esposto in un’altra voce..

mie sorelle erano innamorate giordano libro romanelli

Le mie sorelle erano

innamorate di

Andrea Giordana

(e io no)

«L’Autrice “Aspirante Felice” ci coinvolge immediatamente nel racconto della sua personale esperienza… un viaggio alla ricerca della “beatitudine che proviene dalla conoscenza di se stessa”: affrontiamo capitolo dopo capitolo le tappe di un percorso interiore che vorrebbe portare, attraverso le più svariate pratiche di autocoscienza e autoconsapevolezza,  alla scoperta della Verità nascosta in chissà quale remoto recesso della psiche. Senza indugi né reticenze l’appassionata “Ricercatrice della Beatitudine” descrive incontri fortuiti e appuntamenti organizzati scrupolosamente, che si trasformano però nel contrario di quanto ci si aspettava, studi approfonditi e ricerche filologicamente ineccepibili… insomma la faticosa e insidiosa strada verso la Verità.»

Dalla Prefazione di Alessandro Quasimodo

 

un colpo ala improvviso antonini

Un colpo d’ala,

all’improvviso

Il romanzo è la storia di un’amicizia nata così tanto tempo prima che nessuno sa ricordarne con precisione l’inizio, ma che durerà per tutta la vita e anche oltre quella di una delle protagoniste.

Lisa, Andrea e Rachele sono amici, fratelli, compagni di avventura e di sventura. Il drammatico evento che sconvolgerà le loro vite, ingiusto come solo una tragedia può esserlo, diverrà il terreno per far nascere una famiglia nuova, solida e forte, tenuta insieme da legami che si scelgono e non si subiscono. Ed è per questo che è anche la storia di tutte le donne che rivendicano, fino alla fine, il principio di autodeterminazione, la volontà ma anche l’assoluta necessità, di scegliere da sole e liberamente il proprio destino.

Pubblicazioni

  • Interline@ (narrativa)
  • Saggi LI (saggistica)
  • La coda dell'occhio (poesia)
  • Policromie (arte)
  • Cultura ed educazione in Europa

Distribuzione

Per le modalità di spedizione e pagamenti consultare la sezione di Distribuzione

Servizi editoriali

  • Servizi editoriali: progettazione e grafica, editing, redazione, impaginazione
  • Traduzioni
  • Gestione servizi tecnici: videoimpaginazione, elaborazione grafica, fotolito, stampa offset e digitale, legatura
  • Gestione abbonamenti, cellophanatura e spedizione di periodici e riviste

LuoghInteriori è in grado di soddisfare le esigenze del cliente, dalla progettazione sino all’allestimento delle pubblicazioni

Premio Letterario Città di Castello