magrini 1605x2609

Arengario

sentimentale

Quel quadrante sembrava un’ingiuria
un fossato alle sublimi promesse:
lui ruppe la lancetta dei minuti
lei divelse quella delle ore
poiché se l’eternità sfida il tempo
l’amore ne ignora perfino l’esistenza.

Balsamo

Alberi alfabeti

Mi persi in un prato
come un’aracne a otto piedi
tra fili d’erba e steli
prima di riuscire a nominarli
prima d’aver gettato tutti i fili
necessari alla mia rete

partita vita fabbroni

La partita della vita

Il romanzo narra la storia di quattro donne ultracinquantenni che, dopo una vita piena d’impegni, di sacrifici, di rinunce, si ritrovano con “niente”, in un mondo che ha subito trasformazioni tanto profonde da farle sentire emarginate. Devono adeguarsi per sopravvivere, rinunciando a tutto quello in cui avevano creduto, o tenere duro, consapevoli che sarebbe un terribile errore tradire se stesse?

Le tattiche per risolvere il dilemma vengono ricercate nelle conoscenze scientifiche e letterarie, nei loro principi etici e morali mettendo a confronto le loro esperienze di vita.
Tutto ciò sarebbe insufficiente se ognuna di loro non avesse un asso nella manica così da ottenere una vincente combinazione di poker d’assi: la reciproca, intensa, sincera amicizia.

centottantasei gradini

Centottantasei

gradini

In questo romanzo liberamente ispirato alla biografia della scrittrice ebrea tedesca Grete Weil (1906-1999), si racconta una giovinezza spensierata e trasgressiva nella Berlino degli anni ‘20, la catastrofe della dittatura e della persecuzione, il dolore dell’esilio e la colpa della collaborazione al Consiglio Ebraico, l’esistenza umiliata nel campo olandese di Westerbork, infine la disperata attesa della fine della guerra. Ma si racconta soprattutto la storia di una donna e del suo amore per l’amore, la sua sopravvivenza alla violenza inaudita nella zattera della solitudine, la sua capacità di guardare al futuro dopo le macerie.

Le pagine di questo romanzo restituiscono con precisione documentaria dettagli sull’emigrazione degli ebrei tedeschi e sui meccanismi della deportazione, dello sterminio, del ritorno dei sopravvissuti; ma in esse si trova soprattutto la storia esemplare di una donna che ha saputo dire ‘no’ prima alle convenzioni e poi all’orrore, ha accettato la realtà della morte come parte della vita, non ha mai rifiutato la gioia dell’eros, ha sopportato tutto quel che il cuore di una donna può sopportare e infine, contro ogni speranza, ha trovato la via per tornare a sperare. Piccolo archivio di memoria, questo romanzo è perciò anche un prezioso invito alla resistenza in ogni frangente; ed è infine un implicito ricordo, a tratti struggente, del coraggio forte e silenzioso di tante, troppe donne vittime di violenza.

Caricamento pagine...

Pubblicazioni

  • Interline@ (narrativa)
  • Saggi LI (saggistica)
  • La coda dell'occhio (poesia)
  • Policromie (arte)
  • Cultura ed educazione in Europa

Distribuzione

Per le modalità di spedizione e pagamenti consultare la sezione di Distribuzione

Servizi editoriali

  • Servizi editoriali: progettazione e grafica, editing, redazione, impaginazione
  • Traduzioni
  • Gestione servizi tecnici: videoimpaginazione, elaborazione grafica, fotolito, stampa offset e digitale, legatura
  • Gestione abbonamenti, cellophanatura e spedizione di periodici e riviste

LuoghInteriori è in grado di soddisfare le esigenze del cliente, dalla progettazione sino all’allestimento delle pubblicazioni

Premio Letterario Città di Castello